Speciale Amaranto
Di tutto...di pių...il Foggia di Grassadonia
mercoledė 17 aprile 2019 - 15:04
 


Foggia Calcio s.r.l. (1920)



Il Foggia Calcio nasce nel maggio del 1920 a seguito della fusione della "Maciste" con l'Unione Sportiva Pro Foggia e l'Unione Sportiva Atleta, nacque lo Sporting Club Foggia. La compagine rossonera visse i periodi migliori della sua storia negli anni Sessanta e Settanta. Nella prima metà degli anni Novanta disputò tre positive stagioni in serie A, guidata dal tecnico Zdenek Zeman. Inoltre la formazione rossonera ha vinto due Coppe Italia (2006/07, 2015/16) e una Supercoppa (2017) di serie C. Il Foggia ha disputato complessivamente 27 campionati di serie B.



Presidente: Adolfo Lucio Fares



Consiglieri: Francesco Giustino Pompeo Arcuri, Michele Varraso



Segretario generale: Giuseppe Severo



Segreteria amministrativa: Dina Romano



Responsabile biglietteria: Giuseppe Zichella



Direttore sportivo: Luca Nember



Team manager: Mario De Vivo



Responsabile area comunicazione: Lino Zingarelli



Addetto stampa prima squadra: Arianna Amodeo



Social media manager: Alessio Grieco



Fotografo ufficiale: Federico Antonellis



Speaker ufficiale Zaccheria: Guido Villani



Area marketing: Enzo Palma, Francesco



Ordine Responsabile store: Nicola Cardone



Area it: Michele Abate



Responsabile stadio Pino Zaccheria: Michele Di Iorio



Delegato per la sicurezza: Claudio Formoso



Vice-delegato per la sicurezza: Giacinto Orlando Formoso



Responsabile sicurezza interna: Raffaele Calitri



Supporter Liaison Officer (SLO): Domenico Cataneo



Dirigente addetto all'arbitro: Vittorio Mancini



Allenatore: Gianluca Grassadonia è nato a Salerno il 20 maggio 1972. Inizia la carriera di giocatore negli anni novanta vestendo la maglia della Salernitana. nella stagione 1992/93 approda al Foggia, dove esordisce in serie A il 17 gennaio 1993 (Cagliari-Foggia 1-1). Quindi ritorna alla Salernitana e dopo tre anni passa al Cagliari in serie A (1996/97). L'anno dopo la società rossoblu lo presto al Cosenza e a fine stagione ritorna al Cagliari, dove rimane per sei anni. Ha giocato anche con le maglie di ChievoVerona, Venezia, Fidelis Andria e Juve Stabia. Nel 2006 viene ingaggiato dal Sant'Antonio Abate in serie D. Dopo appena tre mesi ritorna alla Salenrnitana dove chiude la carriera nel giugno 2007. La sua carriera di allenatore comincia proprio nella Primavera della Salernitana. Il 1° novembre 2009 viene chiamato ad allenare la prima squadra in serie B, subentrando all'esonerato Marco Cari. Il 14 marzo 2010 viene esonerato, con la Salernitana all'ultimo posto. L'8 febbraio 2011 subentra al tecnico Renato Cioffi alla guida della Casertana in serie D (3° posto). Il 20 luglio 2011 passa alla guida della Paganese in Seconda Divisione ma il 17 gennaio 2012 si dimette. Dopo tre mesi viene richiamato dalla Paganese con la quale si qualifica ai playoff (6° posto). nella doppia finale batte il Chieti (2-0/0-0) e conquista la Prima Divisione. La società azzurrostellata gli prolunga il contratto. Chiude il campionato al 9° posto. Nel dicembre 2013, subentra all'esonerato Gaetano Catalano sulla panchina del Messina (Seconda Divisione). Alla fine della stagione conquista il 1° posto e la promozione in Prima Divisione. Viene confermato dalla società giallorossa ma dopo 28 giornat viene esonerato. Quindi il 6 agosto 2015 ritorna ad allenare la Paganese. Il primo anno chiude la stagione al 9° posto mentre nel secondo anno si qualifica ai playoff, dove viene eliminato alla prima fase dal Cosenza (2-0). Nella stagione 2017/18 ha allenato la Pro Vercelli in serie B. Il 17 dicembre 2017, con i piemontesi all'ultimo posto viene esonerato ma dopo appena un mese viene richiamato sulla panchina della Paganese. Lo scarso rendimento della squadra e l'ultimo piosto in classifica della Pro Vercelli, il 7 maggio viene esonerato nuovamente. Il 30 giugno 2018, dopo aver risolto il contratto con la squadra piemontese, diventa il nuovo allenatore del Foggia. L'11 dicembre 2018 viene esonerato dopo la sconfitta per 3-1 contro il Livorno. Dopo tre mesi viene richiamato in sostituzione di Pasquale Padalino



Allenatore in seconda: Salvatore Russo



Collaboratore tecnico: Pier Luca Cincione



Allenatore dei portieri: Vincenzo Di Muro



Preparatori atletici: Sergio Giovani, Daniele Miraglia



Match analyst: Michele Aquilino



Responsabile staff medico-sanitario: dott. Antonio Macchiarola



Collaboratori Medici: dott. Giovanni Cristinziani, dott. Lucio Cinquesanti, dott. Antonio Roca



Fisioterapisti: Giuseppe Rabbaglietti, Francesco Smargiassi, Alessandro Schena



Chiropratico: Agostino Santaniello



Allenatore Primavera: Gaetano Pavone



Campo di gioco: lo stadio Pino Zaccheria fu inaugurato il 22 novembre 1925. Nel 1946 fu intitolato al sottotenente Pino Zaccheria, valoroso atleta foggiano, giocatore di basket, che il 4 aprile 1941 aveva perso la vita in combattimento a Tirana. Nel 1974 il comune ha edificato la slpendida gradinata a due piani e nel 1980 le due curve gemelle. Nel 1991 venne costruita la tribuna centrale. Il 19 aprile 2012, la curva nord dello stadio è stata intitolata a Francesco Mancini, ex portiere del Foggia di Zeman, scomparso il 30 marzo 2012. La capienza attuale è di 14.530 spettatori



Colori sociali: 1^ divisa maglia a strisce verticali rossonere, calzoncini e calzettoni neri; 2^ divisa maglia bianca con banda orizzontale rosso-nera, calzoncini e calzettoni bianchi



Sponsor: Wuber, Ottica Vision



Sponsor tecnico: Nike



Palmares: 2 Coppe Italia serie C (2006/07, 2015/16), 1 Supercoppa serie C (2017)



Palmares giovanili: 2 Campionati Allievi Professionisti (2000/01, 2001/02)



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 9 (6 in serie B, 3 in C1); vittorie Livorno 6 (ultima stagione 2018-19, 3-1), pareggi 2 (ultimo stagione 1985-86, 0-0), vittorie Foggia 1 (ultima stagione 1971-72, 0-1)



Precedenti a Foggia in campionato: partite disputate 8 (5 in serie B, 3 in C1); vittorie Foggia 5 (ultima stagione 1985-86, 2-0), pareggi 2 (ultimo stagione 1967-68, 2-2), vittorie Livorno 1 (ultima stagione 1986-87, 0-1)



Classifica: 16° posto con 30 punti a pari merito con il Livorno



Capocannoniere: Oliver Kragl, classe 1990, ruolo centrocampista con 6 reti



Foggia in casa: 6 vittorie (4-2 Carpi, 2-1 Padova, 3-2 Ascoli, 3-2 Cremonese, 1-0 Cosenza, 1-0 Spezia), 7 pareggi (2-2 Lecce, 2-2 Brescia, 1-1 Venezia, 2-2 Verona, 1-1 Pescara, 1-1 Benevento, 1-1 Cittadella), 2 sconfitte (1-2 Palermo, 0-2 Crotone). Reti fatte Foggia 25, subite 21



Diffidati: Deli, Loiacono, Zambelli



Indisponibili: Camporese, Ingrosso, Marcucci, Ngawa, Sicurella, Tonucci ù



Squalificati: Martinelli



Probabile formazione (3-5-2): Leali, Loiacono, Billong, Ranieri, Zambelli (Agnelli), Gerbo, Greco (Busellato), Deli, Kragl, Mazzeo, Iemmello.



Prima squadra



Portieri: Leali 1993, Noppert 1994, Sarri 2000.



Difensori: Billong 1993, Boldor 1995, Camporese 1992, Ingrosso 1989, Loiacono 1991, Martinelli 1988, Ngawa 1992, Ranieri 1999, Tonucci 1988, Zambelli 1985.



Centrocampisti: Agnelli 1985, Busellato 1993, Deli 1994, Gerbo 1989, Greco 1986, Kragl 1990, Marcucci 1999, Sicurella 1994.



Attaccanti: Cavallini 2000, Cicerelli 1994, Chiaretti 1987, Galano 1991, Iemmello 1992, Matarese 1998, Mazzeo 1983.



Movimenti di mercato



Arrivi: Greco 1986 centrocampista dalla Cremonese (definitivo), Leali 1993 portiere dal Perugia (prestito), Ngawa 1992 difensore dal Perugia (prestito), Ingrosso 1989 difensore dall'Ascoli (prestito/Pisa), Billong 1993 difensore dal Benevento (prestito), Matarese 1998 attaccante dal Frosinone (prestito), Marcucci 1999 centrocampista dalla Roma Primavera (definitivo), Sicurella 1994 centrocampista dalla Pro Piacenza (fine prestito).



Partenze: Carraro 1998 centrocampista al Perugia (prestito/Atalanta), Rubin 1987 difensore all'Ascoli (prestito), Gori 1999 attaccante al Livorno (prestito/Fiorentina), Bizzarri 1977 portiere al Perugia (prestito), Rizzo 1992 centrocampista al Carpi (prestito/Bologna).



Precedenti in campionato dalla stagione 1935-36



1935-36 serie B 08/12/1935 Liv.-Fog. 3-1 (10' Costanzo L, 20' Costanzo F, 57' Torti II rig. F, 69' Faccenda L) Collina di Vado Ligure / 19/04/1936 Fog.-Liv. 1-1 (37' Montanari L, 65' Di Santo F) Scorzoni di Bolgna



1967-68 serie B 14/01/1968 Liv.-Fog. 0-0 Michelotti di Parma / 09/06/1968 Fog.-Liv. 2-2 (19' De Petrini L, 31' Cella L, 39' Traspedini F, 60' Gambino F) Angonese di Mestre



1968-69 serie B 12/01/1969 Fog.-Liv. 1-0 (57' Pirazzini) Michelotti di Parma / 25/05/1969 Liv.-Fog. 1-0 (34' Zani) Branzoni di Pavia



1969-70 serie B 25/01/1970 serie B Liv.-Fog. 1-0 (48' Santon) Trono di Torino / 14/06/1970 Fog.-Liv. 3-1 (12' Mola F, 28' Maioli rig. F, 53' Bigon F, 65' Santon L)



1971-72 serie B 09/01/1972 Liv.-Fog. 0-1 (71' Saltutti) Bernardis di Milano / 28/05/1972 Fog.-Liv. 3-1 (17' Pavone rig. F, 54' Valente F, 70' Zani L, 89' Mola F) Michelotti di Parma



1979-80 serie C1/B 13/01/1980 Liv.-Fog. 1-0 (73' Bedin) Cherri di Macerata / 25/05/1980 Fog.-Liv. 2-0 (24' Lorenzetti, 58' Sciannimanico) Angelelli di Terni



1985-86 serie C1/B 08/12/1985 Liv.-Fog. 0-0 Squadrito di Catania / 20/04/1986 Fog.-Liv. 2-1 (21' Messina F, 62' Mauro F, 90' Gadda L) Nicoletti di Agropoli



1986-87 serie C1/B 11/01/1987 Fog.-Liv. 0-1 (36' D'Este) Lo Russo di Milano / 31/05/1987 Liv.-Fog. 1-0 (10' D'Este) Bettini di Forlì



2018-19 serie B 09/12/2018 Liv.-Fog. 3-1 (4' Diamanti L, 32' Loiacono F, 48' Diamanti L, 74' Bruno L)



Partite giocate: 17. Vittorie Livorno 7, pareggi 4, vittorie Foggia 6. Reti fatte fatte Livorno 17, subite 17.



A Livorno: 9. Vittorie Livorno 6, pareggi 2, vittorie Foggia 1. Reti fatte Livorno 10, subite 3.



A Foggia: 8. Vittorie Foggia 5, pareggi 2, vittorie Livorno 1. Reti fatte Foggia 14, subite 7.



Goleador amaranto: 2 reti Costanzo, Santon, Zani, D'Este, Diamanti; 1 rete Faccenda, Montanari, De Petrini, Cella, Bedin, Gadda, Bruno.



Coppa Italia



1971-72 Girone 7 5.a giornata 19/09/1971 Livorno-Foggia 2-1 (5' Badiani L, 31' Maioli F, 63' Badiani L) Campanini di Finale Emilia (classifica: Fiorentina 6, Cagliari 6, Arezzo 3, Livorno 3, Foggia 2; Livorno eliminato)




commenta
Di tutto...di pių...il Brescia
martedė 9 aprile 2019 - 14:59
 


Brescia Calcio s.p.a. (1911)



Il Brescia Calcio fu fondato nel 1911. Il Brescia ha disputato 22 campionati di serie A. Il club detiene il record di partecipazioni totali (61) e consecutive (18, dal 1947/48 al 1964/65) nel campionato di serie B. Guidata dal Pallone d'oro Roberto Baggio (1993). Tra i calciatori che hanno vestito la maglia del Brescia Roberto Baggio, Josep Guardiola (allenatore del Manchester City), il rumeno Gheorghe Hagi (tecnico e proprietario Viitorul Costanza) e i campioni del mondo Alessandro Altobelli, Andrea Pirlo e Luca Toni. Nella sua bacheca figura una Coppa dell'Amicizia (1967) e un Torneo Anglo-Italiano, conquistato nel 1994 in finale contro il Notts County (1-0). Soprannominati le rondinelle, i bresciani si presentano con una maglia ufficiale con una decorazione a forma di V bianca.



Presidente: Massimo Cellino, 61 anni, è un imprenditore agricolo nato in Sardegna. Per 22 anni, dal 1992 al 2014, è stato presidente del Cagliari, disputando 17 campionati di serie A e 5 di serie B. Nel 2014 è diventato il presidente del Leeds in Inghilterra. L'anno scorso ha comprato il Brescia versando 6,5 milioni nelle casse del patron uscente Marco Bonometti.



Consiglieri di Amministrazione: Edoardo Cellino, Giampiero Rampinelli Rota, Aldo Ghirardi, Nicolò Pio Barattieri di San Pietro, Daniel Arty



Direttore generale e sportivo: Francesco Marroccu



Segreteria di presidenza: Stefania Arca



Segreteria Sportiva: Enrica Bianchi



Responsabile comunicazione e relazioni esterne: Matteo Oxilia



Responsabile ticketing: Giacomo Zorzi



SLO: Gainluca Brai



Team manager: Edoardo Piovani



Allenatore: Eugenio Corini è nato a Bagnolo Mella (Brescia) il 30 luglio 1970. Da giocatore era soprannominato il Genio, ruolo centrocampista centrale, era un ottimo costruttore di gioco nonchè prolifico realizzatore su tiri di punizione e dal dischetto. A sette anni inizia a giocare nella squadra dell'oratorio della Fionda Bagnolo. Nel 1981 passa alla Voluntas. Dopo tre anni passa alle giovanili del Brescia e con le rondinelle gioca la sua prima stagione da professionista nel 1987/88 in serie B. Nel 1990 si trasferisce alla Juventus ed esordisce in serie A il 21 ottobre 1990 in Juventus-Lazio (0-0). Nel 1992/93 si trasferisce alla Sampdoria. L'anno seguente passa al Napoli e a novembre del 1994 si trasferisce nuovamente al Brescia. Nel 1995/96 passa al Piacenza. Nella stagione 1996/97 approda al Verona. Dopo due anni si trasferisce all'altra squadra della città: il Chievo. Con i clivensi resta 4 campionati, contribuendo alla promozione in serie A della squadra veneta (2000/01). Nella stagione 2003/04 approda al Palermo in serie B e a fine anno con i rosanero festeggia una storica promozione in serie A che mancava da 31 anni. Nella stagione 2007/08 gioca con la maglia del Torino e dopo due anni chiude la carriera con i granata il 5 aprile 2009. Ha giocato anche nell'Under 21 (29 presenze) e con la Nazionale olimpica (7 gare). Il 5 luglio 2010 inizia la carriera di allenatore alla guida del Portogruaro in serie B. Dopo pochi giorni si dimette dall'incarico per divergenze con la società. Il 27 novembre 2010 diventa il nuovo allenatore del Crotone in serie B, subentrando all'esonerato Menichini. Il 20 febbraio 2011 viene esonerato dalla società calabrese dopo solo 8 punti ottenuti su 11 gare. Il 30 novembre 2011 è il nuovo allenatore del Frosinone. Conclude il campionato di Prima Divisione all'8° posto. Il 2 ottobre 2012 diventa l'allenatore del Chievo subentrando all'esonerato Di Carlo. Con la squadra scaligera si salva ma a fine stagione lascia la panchina della società clivense. Il 12 novembre 2013 ritorna sulla panchina del Chievo dopo l'esonero di Sannino. Con i veneti raggiunge una nuova salvezza ed il prolungamento di contratto fino al 2017. Però nella stagione successiva dopo cinque sconfitte in sette giornate viene allontanato dalla panchina clivense. Per due anni non siede su alcuna panchina. Nella stagione 2016/17 allena il Palermo per sette gare, nelle quali raccoglie 4 punti sui 21 disponibili e il 24 gennaio 2017 si dimette da tecnico dei rosanero. Nella stagione successiva riparte da Novara, in serie B. La sua avventura dura otto mesi. A febbraio dopo il ko interno con l'Ascoli arriva l'esonero. Infine il 18 settembre scorso, dopo le prestazioni deludenti delle Rondinelle, il club lombardo decide di esonerare David Suazo e di affidare la panchina a Eugenio Corini. Nella sua carriera di allenatore, Eugenio Corini ha adottato sia un classico 4-4-2, che un 4-3-1-2 o un 4-3-3. Talvolta ha impiegato anche il 3-5-2, che in fase di non possesso si trasforma in 5-3-2. Da quando è arrivato a Brescia continua a prediligere la difesa a quattro



Allenatore in seconda: Salvatore Lanna



Preparatore atletico: Salvatore Sciuto



Preparatore portieri: Alessandro Vitrani



Collaboratore tecnico: Stefano Olivieri



Match analyst: Vincenzo Leonardi



Responsabile sanitario: prof. Maurizio De Gasperi



Medico sociale: dott. Pier Giuseppe Belotti



Responsabile fisioterapistI: Francesco Todde



Fisioterapisti: Gabriele Crescini, Michele Buffoli



Responsabile Settore Giovanile: Christian Botturi



Segreteria: Alessandra Galliani



Allenatore "Primavera": Elia Pavesi



Campo di gioco: lo stadio "Mario Rigamonti" fu inaugurato nel 1959. Venne così chiamato in memoria del giocatore bresciano Mario Rigamonti che militava nel Grande Torino e morì nella tragedia di Superga nel 1949. Nel corso degli anni ha subito numerosi interventi di ristrutturazione. La sua capienza è di 16.743 posti



Colori sociali: 1^ divisa maglia azzurra con V bianca, calzoncini e calzettoni azzurri; 2^ divisa maglia bianca con V blu navy, calzoncini e calzettoni bianchi



Sponsor: Ubi Banco di Brescia, OMR



Sponsor tecnico: Acerbis



Albo d'Oro: 1 Coppa dell'Amicizia (1967), 1 Coppa Anglo-Italiana (1993/94)



Palmares settore giovanile: 2 Campionati De Martino (1960/61, 1968/69), 2 Campionati Primavera (1968/69, 1974/75), 1 Torneo di Viareggio (1996)



Precedenti a Brescia in campionato: partite giocate 26 (8 in A, 15 in B, 1 in C, 2 playoff); vittorie Brescia 10 (ultima stagione 2018-19, 2-0), pareggi 10 (ultimo stagione 2012-13, 1-1), vittorie Livorno 6 (ultimo stagione 2015-16, 1-3)



Precedenti a Livorno in campionato: partite giocate 25 (8 in serie A, 14 in B, 1 in C, 2 playoff); vittorie Livorno 14 (ultima stagione 2015-16, 3-1), pareggi 8 (ultimo stagione 2012-13, 1-1), vittorie 2 (stagione 2011-12, 0-2)



Cassifica: 1° posto con 57 punti



Cannoniere: Alfredo Donnarumma, classe 1990, ruolo attaccante con 24 reti



Brescia fuori casa: 4 vittorie (1-3 Salernitana, 0-2 Perugia, 1-5 Pescara, 2-3 Cosenza), 9 pareggi (1-1 Carpi, 2-2 Crotone, 2-2 Cittadella, 2-2 Foggia, 1-1 Ascoli, 1-1 Benevento, 1-1 Palermo, 1-1 Padova, 2-2 Verona), 2 sconfitte (3-2 Spezia, 2-1 Venezia). Reti fatte Brescia 29, subite 22



Diffidati: Sabelli



Indisponibili: Cortesi, Curcio, Lancini, Martinelli, Mateju, Ndoj



Squalificati: nessuno



Probabile formazione Brescia (4-3-1-2): Alfonso, Sabelli, Cistana, Romagnoli, Martella, Dall'Oglio, Tonali, Bisoli, Viviani, Torregrossa, Donnarumma.



Prima squadra



Portieri: Andrenacci 1995, Alfonso 1988, Bastianello 1998.



Difensori: Boniotti 1995, Carillo 1996, Cistana 1997, Curcio 1993, Gastaldello 1983, Lancini 1994, Martella 1992, Mateju 1996, Romagnoli 1990, Sabelli 1993, Semprini 1998.



Centrocampisti: Bisoli 1994, Dall'Oglio 1992, Dessena 1987, Martinelli 1993, Morosini 1995, Ndoj 1996, Tonali 2000, Tremolada 1991, Viviani 2000.



Attaccanti: Cortesi 1997, Donnarumma 1990, Rodriguez 1991, Spalek 1997, Torregrossa 1992.



Movimenti di mercato



Arrivi: Dessena 1987 centrocampista dal Cagliari (definitivo), Rodriguez 1991 attaccante dall'Empoli (prestito/ChievoVerona), Martella 1992 difensore dal Crotone (prestito).



Partenze: Minelli 1994 portiere al Padova (definitivo), Ferrari 1995 attaccante al Piacenza (prestito/Genoa), Longhi 1989 difensore dal al Padova (definitivo), Rondanini 1995 difensore alla Cremonese (definitivo), Miracoli 1992 attaccante alla Sicula Leonzio (prestito).



Precedenti del Livorno in campionato e nei playoff dalla stagione 1929-30



1929-30 serie A 16/02/1930 Bre.-Liv. 2-0 Lenti di Genova (6' Giuliani, 60' Prosperi III) / 06/07/1930 Liv.-Bre. 5-3 (7' Corsetti L, 23' Magnozzi L, 30' Corsetti L, 46' Moretti B, 54' Giraldi L, 63' Corsini aut. B, 72' Gadaldi B, 88' Silvestri L) Gama jr di Genova



1930-31 serie A 19/10/1930 Liv.-Bre. 0-1 (89' Braga) Garbieri di Genova / 08/03/1931 Bre.-Liv. 1-1 (14' Zambianchi L, 85' Pasolini B) Guarnieri di Milano



1932-33 serie B 25/09/1932 Bre.-Liv. 1-0 (79' Patuzzi) Brunelli di Bologna / 26/02/1933 Liv.-Bre. 3-1 (8' Silvestri L, 49' Silvestri L, 60' Frisoni II B, 64' Nekadoma rig. L) Mattea di Torino



1933-34 serie A 17/12/1933 Liv.-Bre. 0-0 Barlassina di Milano / 29/03/1934 Bre.-Liv. 1-1 (28' Uslenghi) Mazza di Genova



1934-35 serie A 13/01/1935 Bre.-Liv. 4-0 Sassi di Roma / 12/05/1935 Liv.-Bre. 3-1 (47' Ferrara I, 57' Busoni, 71' Magnozzi) Corradini di Bologna



1936-37 serie B 11/10/1936 Bre.-Liv. 2-1 (85' Faccenda) Scotto di Savona / 14/02/1937 Liv.-Bre. 2-0 (29' Lombatti, 75' Arcari IV) Mazza di Torre del Greco



1939-40 serie B 21/01/1940 Liv.-Bre. 3-3 (5' Viani II, 54' Viani II rig., 64' Viani II) Neri di Vicenza / 09/06/1940 Bre.-Liv. 2-1 (56' Viani II) Dattilo di Roma



1946-47 serie A 10/11/1946 Bre.-Liv. 0-1 (86' Cecchi) Dellarole di Roma / 06/04/1947 Liv.-Bre. 2-2 (2' Raccis, 46' Stua) Boffardi di Genova



1949-50 serie B 16/10/1949 Liv.-Bre. 5-0 (19' U. Conti, 33' Catalano, 47' U. Conti, 65' U. Conti, 76' U. Conti) Galeati di Bologna / 12/03/1950 Bre.-Liv. 0-1 (12' Bartolini) Boffardi di Genova



1950-51 serie B 19/11/1950 Liv.-Bre. 4-0 (1' Rizzato, 49' Rizzato, 50' Catalano, 89' Bartolini) Corallo di Lecce / 15/04/1951 Bre.-Liv. 1-1 (47' Bartolini) Canavesio di Torino



1951-52 serie B 27/01/1952 Liv.-Bre. 3-2 (11' Rizzato, 40' Rizzato, 80' Catalano) Agnolin di Bassano del Grappa / 22/06/1952 Bre.-Liv. 2-0 Silvano di Torino



1955-56 serie B 11/12/1955 Bre.-Liv. 2-1 (76' Taccola III) Bartolomei di Roma / 29/04/1956 Liv.-Bre. 3-2 (21' Bernardis, 25' Bronzoni, 34' Bronzoni) Annoscia di Bari



1964-65 serie B 11/10/1964 Bre.-Liv. 0-0 Fiducia di Marsala / 07/03/1965 Liv.-Bre. 2-0 (5' Giampaglia, 68' Mascalaito) Gonella di Torino



1968-69 serie B 03/11/1968 Bre.-Liv. 0-0 Possagno di Treviso / 16/03/1969 Liv.-Bre. 0-0 Barbaresco di Cormons



1970-71 serie B 06/12/1970 Bre.-Liv. 2-1 (16' Baiardo) Campanini di Finale Emilia / 25/04/1971 Liv.-Bre. 0-0 Toselli di Cormons



1971-72 serie B 28/11/1971 Bre.-Liv. 1-1 (20' Bruschini) R. Lattanzi di Roma / 16/04/1972 Liv.-Bre. 0-0 Stagnoli di Bologna



1984-85 serie C1/A 13/01/1985 Liv.-Bre. 1-1 (75' Vitale L, Maritozzi B) Conforti di Macerata / 02/06/1985 Bre.-Liv. 2-1 (62' Gritti B, 71' Garbuglia L, 81' Marigliulo B) Isola di Parma



2004-05 serie A 31/10/2004 Liv.-Bre. 2-1 (45' A. Lucarelli, 72' Doga) Ayroldi di Molfetta / 13/03/2005 Bre.-Liv. 2-3 (50' Doga, 71' I. Protti rig., 85' Danilevicius) Ayroldi di Molfetta



2008-09 serie B 01/11/2008 Liv.-Bre. 2-0 (30' Tavano, 67' Loviso) Orsato di Schio / 29/03/2009 Bre.-Liv. 2-2 (1' Caracciolo B, 3' Tavano L, 50' Tavano L, 74' Caracciolo rig. B) Tagliavento di Terni



2008-09 serie B (finali playoff) 14/06/2009 Bre.-Liv. 2-2 (10' Diamanti L, 15' Tavano L, 31' Taddei B, 51' Taddei) Rizzoli di Bologna / 18/06/2009 Liv.-Bre. 3-0 (50' Tavano, 60' Diamanti, 74' Bergvold) Morganti di Ascoli Piceno



2011-12 serie B 16/12/2011 Liv.-Bre. 0-2 (27' Zambelli, 29' Juan Antonio) Tozzi di Ostia Lido / 20/05/2012 Bre.-Liv. 1-3 (5' Belingheri, 71' Paulinho, 79' Bigazzi) Palazzino di Ciampino



2012-13 serie B 23/12/2012 Bre.-Liv. 0-0 Baracani di Firenze / 10/05/2013 Liv.-Bre. 3-0 (11' Belingheri, 25' Belingheri, 58' Dionisi) Candussio di Cervignano del Friuli (Udine)



2012-13 serie B (semifinali playoff) 22/05/2013 Bre.-Liv. 1-1 (35' Caracciolo B, 51' Paulinho L) Ciampi di Roma / 26/05/2013 Liv.-Bre. 1-1 (11' Corvia B, 20' Paulinho L) Di Bello di Brindisi



2014-15 serie B 06/09/2014 Bre.-Liv. 0-1 (79' Minelli aut.) Manganiello di Pinerolo / 24/01/2015 Liv.-Bre. 4-2 (7' Corvia B, 15' Jelenic L, 29' Siligardi L, 55' Gonnelli L, 58' Sestu B, 90' Djokovic L) Maresca di Napoli



2015-16 serie B Liv.-Bre. 3-1 (16' Geijo B, 32' Fedato L, 68' Calabresi L, 73' Vantaggiato L) Rapuano di Rimini / 30/01/2016 Brescia-Livorno 1-3 (21' Vantaggiato L, 25' Geijo B, 56' Jelenic L, 61' Borghese L) Maresca di Napoli



2018-19 serie B 02/12/2018 Bre.-Liv. 2-0 (35' Torregrossa, 57' Torregrossa) Minelli di Varese



Partite giocate in campionato e nei playoff: 51. Vittorie Livorno 21, pareggi 18, vittorie Brescia 12. Reti fatte Livorno 80, subite 57.



A Livorno: 25. Vittorie Livorno 15, pareggi 8, vittorie Brescia 2. Reti fatte Livorno 54, subite 23.



A Brescia: 26. Vittorie Brescia 10, pareggi 10, vittorie Livorno 6. Reti fatte Brescia 34, subite 26.



Goleador amaranto: 5 reti Catalano, Tavano; 4 reti Viani II, Rizzato; 3 reti Silvestri, Bartolini, Belingheri, Paulinho; 2 reti Magnozzi, Corsetti, U. Conti, Bronzoni, Doga, Diamanti, Vantaggiato, Jelenic; 1 rete Giraldi, Zambianchi, Nakadoma, Uslenghi, Ferrara I, Busoni, Faccenda, Lombatti, Arcari IV, Cecchi, Raccis, Stua, Taccola III, Bernardis, Giampaglia, Mascalaito, Baiardo, Bruschini, Vitale, Garbuglia, A. Lucarelli, I. Protti, Danilevicius, Loviso, Bergvold, Bigazzi, Dionisi, Siligardi, Gonnelli, Djokovic, Fedato, Calabresi, Borghese. Più un'autorete: Minelli.




commenta
Di tutto...di pių...il Cittadella dell'ex Iori
giovedė 4 aprile 2019 - 14:53
 


Associazione Sportiva Cittadella s.r.l. (1973)



L'Associazione Sportiva Cittadella venne fondata il 21 giugno 1973, dalla fusione di due squadre cittadine: Cittadellese e l'Olympia Cittadella. Il colore sociale è il granata. Nel 1980 vince la Coppa Italia Dilettanti contro i Mobilieri Ponsacco. Nella stagione 1999/00 in serie C1 entrò nei playoff. In semifinale eliminò il Varese e in finale la spuntò sul Brescello, raggiungendo una storica promozione in serie B.



Presidente: Andrea Gabrielli è nato a Cittadella il 27 ottobre 1957. Imprenditore nel ramo siderurgico, guida la Gabrielli S.p.A. di Cittadella, azienda fondata dal padre Angelo Gabrielli.



Vice-presidente: Giancarlo Pavin



Amministratore delegato: Mauro Michelini



Direttore generale: Stefano Marchetti



Segretario generale: Alberto Toso



Ufficio legale: avv. Laura Dal Zuffo



Team manager: Federico Cerantola



Responsabile marketing: Alberto Carraro



Addetto stampa: Davide De Marchi



Responsabile amministrazione: Maurizio Tonin



Segreteria amministrativa: Daniele Ceccato



Front office: Francesco Russo



Responsabili campo: Angelo Sgarbossa, Mariano Campagnaro



Dirigenti accompagnatori: Lino Pierobon, Giuseppe Silvestri



Segreteria amministrativa: Daniele Ceccato



Responsabile biglietteria: Gianfranco Cavallari



Delegato sicurezza: arch. Alessandro Bressa



Vice-delegato sicurezza: arch. Lorenzo Paolocci



Addetto S.L.O.: Silvio Bizzotto



Segretario sportivo: Niccolò Roncato



Responsabile impianti/strutture: ing. Remo Poggiana



Allenatore: Roberto Venturato è nato in Australia (Atherton) nel 1963, figlio di emigranti veneti. Una discreta carriera di calciatore nella provincia del Nord: Montebelluna, Giorgione, Pergocrema, Calcio Venezia, Treviso e Pizzighettone. Nel 1996 il passaggio in panchina, sempre nel Pizzighettone, allenando le giovanili. Oltre il calcio come secondo lavora fa il promotore finanziario. Nella stagione 2002/03 eredita la panchina di Marino Bracchi e con i biancoazzurri ottiene due promozioni consecutive, prima in serie C2, poi in serie C1. Nel 2007 diventa l'allenatore in seconda di Mondonico alla Cremonese. L'anno successivo resta in Lombardia, prima come vice di Ivo Iaconi poi ancora di Mondonico. Quindi nel marzo 2009 subentra alla guida della squadra grigiorossa dopo l'esonero di Mondonico. Conclude il campionato al 9° posto e viene riconfermato per la stagione successiva. Termina la stagione al 3° posto approdando ai playoff per la promozione in serie B ma perde la doppia finale contro il Varese. Dopo due stagioni senza panchina, nel 2012 riprende ad allenare la Pergolettese in serie D. Con la società lombarda conquista la promozione in Lega Pro Seconda Divisione. Nonostante la promozione non viene confermato e nell'ottobre 2013 subentra a William Viali sulla panchina del Piacenza (serie D). L'8 gennaio a causa dei risultati negativi viene esonerato. Quindi ritorna alla Pergolettese, in serie D, condotta al sesto posto. Poi arriva la chiamata del Cittadella, appena retrocesso in Lega Pro, al posto di Claudio Foscarini. Con i veneti ottiene subito la promozione in serie B. Viene confermato anche per il campionato successivo e termina la stagione al sesto posto approdando ai playoff ma verrà eliminata nel turno preliminare dal Carpi. Il 29 maggio 2017 rinnova il contratto per altri due anni con i granata. Ancora una volta raggiunge i playoff dopo aver chiuso il campionato al 6° posto. Nel turno preliminare elimina il Venezia ma in semifinale viene battuto dal Frosinone



Allenatore in seconda: Edoardo Gorini



Collaboratore tecnico: Roberto Musso



Preparatore dei portieri: Andrea Pierobon



Preparatore atletico: Andrea Redigolo



Responsabile sanitario: dott. Ilario Candido



Medico sociale ortopedico: dott. Roberto Bordin



Centro fisioterapico: Polimedica Fisio&Sport



Osteopata: Massimo Raimondi



Massaggiatori: Giovanni Pivato, Nicola De Bardi



Magazzinieri: Antonio Sgarbossa, Clara Degetto



Responsabile settore giovanile: Cristian La Grotteria



Coordinatore: Nicola Maffei



Responsabile attività di base: Claudio Conte



Allenatore "Primavera": Massimo Beghetto



Campo di gioco: stadio "Pier Cesare Tombolato" è stato inaugurato nella stagione 1981/82. Lo stadio è intitolato alla memoria di Pier Cesare Tombolato promettente portiere originario di Cittadella morto in seguito a uno scontro di gioco nel 1957. L'impianto ha una capienza di 7.623 spettatori



Colori sociali: 1^ divisa maglia granata, calzoncini e calzettoni granata, 2^ divisa maglia gialla, calzoncini e calzettoni gialli



Sponsor: Siderurgica Gabrielli, Ocsa, Gavinox, Metalservice, VN Veneta Nastri



Sponsor tecnico: Boxeur Des Rues



Palmares: 1 Coppa Italia Dilettanti (1979/80)



L'ex amaranto: Manuel Iori classe 1982, 37 anni, è partito dalla giovanili del Milan nel 1998. Poi tanta gavetta tra serie D, C2 e C1, indossando le divise di Varese, Borgosesia, Legnano, Meda e Carpenedolo. La svolta nella stagione 2006/07, quando approdò al Cittadella (serie C1) agli ordini dell'ex mister del Livorno Claudio Foscarini. Nel 2009 si aprono le porte della serie A con il Chievo che lo acquista in comproprietà. Nel 2010 i clivensi lo girano in prestito con diritto di riscatto al Livorno in serie B. Gioca con continuità il campionato, disputando 39 partite (3.437' minuti giocati), 3 gol e due assist. Termina la stagione al 7° posto, sfiorando i playoff per la serie A. Nella sfida decisiva, a Padova, non basta la doppietta di Danilevicius. Dopo una partita ricca di emozioni, vincono i biancoscudati 3-2 con una rete su rigore messo a segno da Italiano. A fine stagione non viene riscattato dalla società amaranto, quindi ritorna al ChievoVerona



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 9 (6 in serie B, 2 in C1, 1 in C2); vittorie Livorno 2 (ultima stagione 2010-11, 3-0), pareggi 5 (ultimo stagione 2018-19, 0-0), vittorie Cittadella 2 (stagione 2014-15, 0-1);



Precedenti a Cittadella in campionato: partite disputate 8 (5 in serie B, 2 in C1, 1 in C2); vittorie Cittadella 2 (ultima stagione 2010-11, 2-0), pareggi 5 (ultimo stagione 2014-15, 1-1), vittorie Livorno 1 (stagione 2012-13, 0-2);



Classifica: 9° posto con 42 punti



Cittadella in casa: 7 vittorie (3-0 Crotone, 2-0 Cosenza, 3-2 Venezia, 3-1 Salernitana, 3-1 Carpi, 4-1 Lecce, 4-1 Pescara), 4 pareggi (2-2 Brescia, 1-1 Foggia, 2-2 Perugia, 1-1 Padova), 3 sconfitte (0-1 Benevento, 0-1 Palermo, 0-1 Spezia). Reti fatte Cittadella 28, subite 15



Capocannoniere: Gabriele Moncini, classe 1996, ruolo attaccante con 7 reti



Diffidati: Adorni, Camigliano



Indisponibili: Maniero, Schenetti



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (4-3-1-2): Paleari, Cancellotti, Frare, Adorni, Benedetti, Siega, Iori, Branca, Bussaglia, Diaw, Finotto (Moncini).



Prima squadra



Portieri: Maniero 1995, Paleari 1992, Rosteghin 2000.



Difensori: Adorni 1992, Benedetti 1991, Camigliano 1994, Cancellotti 1992, Drudi 1987, Frare 1996, Ghiringhelli 1992, Rizzo 1997.



Centrocampisti: Branca 1992, Bussaglia 1997, Iori 1982, Maniero 1998, Parodi 1995, Pasa 1994, Proia 1996, Schenetti 1991, Settembrini 1991, Siega 1991.



Attaccanti: Diaw 1992, Finotto 1992, Moncini 1996, Panico 1997, Scappini 1988.



Movimenti di mercato



Arrivi: Diaw 1992 attaccante dalla Virtus Entella (definitivo), Moncini 1996 attaccante dalla Spal (prestito), Parodi 1995 centrocampista dal Feralpisalò (definitivo).



Partenze: Strizzolo 1992 attacante alla Cremonese (definitivo), Malcore 1993 attaccante alla Fermana (prestito), Dalla Bernardina 1999 difensore all'Olbia (prestito), Scaglia 1992 difensore al Monza (definitivo), Bizzotto 1996 attaccante al Cartigliano (definitivo).



Precedenti in campionato dalla stagione 1994-95



1994-95 serie C2/B 11/12/1994 Cit.-Liv. 2-0 (16' Milanese, 47' Castellan) Santoruvo di Bari / 07/05/1995 Liv.-Cit. 3-0 (18' Schwoch, 35' Morabito, 52' Calandra) Alvino di Salerno



1998-99 serie C1/A 25/10/1998 Liv.-Cit. 1-1 (17' Bonaldi L, 63' Rimondini C) Battaglia di Messina / 07/03/1999 Cit.-Liv. 2-2 (10' Simeoni C, 11' Fantini L, 23' Tiberi L, 84' Zanon C) Zaltron di Bassano del Grappa



1999-00 serie C1/A 12/09/1999 Cit.-Liv. 1-1 (56' Sturba L, 65' Mazzoleni C) Morganti di Ascoli / 16/01/2000 Liv.-Cit. 1-1 (9' Falco L, 63' Mazzoleni C) Morganti di Ascoli (giocata a La Spezia)



2008-09 serie B 18/10/2008 Cit.-Liv. 0-0 Cavarretta di Trapani (giocata a Treviso) / 14/03/2009 Liv.-Cit. 1-1 (36' Perticone L, 77' Gerardi C) Candussio di Cervignano



2010-11 serie B 10/10/2010 Liv.-Cit. 3-0 (44' Perticone, 55' Tavano, 71' Iori) Ostinelli di Como / 01/03/2011 Cit.-Liv. 2-0 (55' Piovaccari rig., 69' Piovaccari) Calvarese di Teramo



2011-12 serie B 13/11/2011 Cit.-Liv. 2-2 (32' Martinelli C, 54' Schiattarella L, 75' Schiavon C, 90' Paulinho L) Di Bello di Brindisi / 24/04/2012 Liv.-Cit. 1-2 (43' Di Nardo C, 59' Dionisi L, 73' Job C) Giancola di Vasto



2012-13 serie B 25/09/2012 Liv.-Cit. 2-2 (17' Dionisi rig. L, 52 Siligardi L, 78' Di Roberto rig. C, 79' Sosa C) Cervellera di Taranto / 23/02/2013 Cit.-Liv. 0-2 (21' Paulinho, 37' Dionisi rig.) Velotto di Acireale



2014-15 serie B 28/10/2014 Cit.-Liv. 1-1 (68' Ceccherini L, 86' Rigoni C) Ghersini di Genova / 21/03/2015 Liv.-Cit. 0-1 (40' Sgrigna rig.) Sacchi di Macerata



2018-19 serie B 24/11/2018 Liv.-Cit. 0-0 Baroni di Firenze



Partite disputate: 17. Vittorie Livorno 3, pareggi 10, vittorie Cittadella 4. Reti fatte Livorno 20, subite 18.



A Livorno: 9. Vittorie Livorno 2, pareggi 5, vittorie Cittadella 2. Reti fatte Livorno 12, subite 8.



A Cittadella: 8. Vittorie Cittadella 2, pareggi 5, vittorie Livorno 1. Reti fatte Cittadella 10, subite 8.



Marcatori del Livorno: 3 reti Dionisi, Paulinho; 2 reti Perticone; 1 rete Schwoch, Morabito, Calandra, Bonaldi, Fantini, Tiberi, Sturba, Falco, Tavano, Iori, Schiattarella, Ceccherini.



Coppa Italia



2005-06 21/08/2005 3° turno preliminare Cit.-Liv. 3-2 (25' C. Lucarelli, 91' Pfertzel) Mazzoleni di Bergamo (Livorno eliminato)




commenta
Conosciamoli meglio: la Cremonese di mister Rastelli
domenica 31 marzo 2019 - 17:22
 


Unione Sportiva Cremonese s.p.a. (1903)



La Cremonese nacquè ufficialmente nel lontano 24 marzo 1903. Il calcio si affermò significativamente a partire dal 1913, quando dopo la fusione con l'Associazione Calcio Cremona, la U.S. Cremonese si affiliò alla Federazione Italiana Giuoco Calcio. Nella stagione 1914/15 la società scelse le divise grigiorosse utilizzate ancora oggi. Nel 1973 dal settore giovanile grigiorosso uscì Antonio Cabrini che esordì in prima squadra. Nella stagione 1980/81 esordì il 16enne Gianluca Vialli. Il 27 marzo 1993 conquista il Trofeo Anglo-Italiano. La società lombarda ha disputato sette campionati in serie A (l'ultimo nel 1995/96).



Presidente onorario: Giovanni Arvedi



Presidente: Paolo Rossi



Vice-presidente: Maurizio Ferraroni



Consiglio di amministrazione: Giovanni Benedini, Giuseppe Carletti, Bruno Guareschi, Costantino Vaia, Uberto Ventura, Roberto Zanchi, Rossano Grazioli, Marco Ugo Sabetta



Direttore generale: Paolo Armenia



Direttore sportivo: Leandro Rinaudo



Segreterio sportivo e responsabile biglietteria: Andrea Barbiani



Responsabile amministrativo: Alberto Losi



Presidente collegio sindacale: Andrea Pedroni



Segreteria amministrativa: Clara Negri



Responsabile comunicazione: Paolo Loda



Responsabile marketing: Stefano Allevi



Ufficio marketing e comunicazione: Daniele Fioni



Responsabile organizzazione stadio e delegato alla sicurezza: Fausto Tabaglio



Vice delegato alla sicurezza: Samuele Noli



Supporter Liaison Officer: Lorenzo Betolli



Team manager: Federico Dall'Asta



Addetto agli arbitri: Massimiliano Grilli



Allenatore: Massimo Rastelli è nato a Torre del Greco il 27 dicembre 1968. Il nuovo tecnico ha alle spalle una buona carriera da calciatore: 102 presenze e 21 reti in serie A, 368 presenze e 68 reti in serie B. Ha esordito in serie D con il Solofra nel 1987. Dopo le esperienze tra serie C e B con le maglie di Catanzaro, Mantova e Lucchese, l'attaccante esordisce in serie A a Piacenza, dove dal 1997 al 2001 contribuisce alla promozione in serie A (2000/01). Veste poi le maglie di Napoli, Reggina, Como, Avellino e Sorrento. Chiude la carriera a 40 anni con la Juve Stabia. Diventa allenatore dei campani nella stagione 2008/09. Alla guida della Juve Stabia, conquista la promozione dalla Seconda Divisione alla Prima Divisione. Il 29 maggio 2010 lascia la Juve Stabia. Il 13 ottobre 2010 approda sulla panchina del Brindisi (Seconda Divisione), dopo l'esonero di Florimbi. Con i pugliesi termina il campionato al 13° posto. L'anno successivo è alla guida del Portogruaro, retrocesso dalla serie B. La squadra veneta si piazza al 10° posto. Al termine della stagione ritorna all'Avellino, come allenatore. Con gli irpini conquista la promozione in serie B e vince anche la Supercoppa di Lega di Prima Divisione. Il 21 giugno 2013 firma un contratto triennale con l'Avellino. Nelle seconda stagione i Lupi chiudono il campionato all'11° posto. Nell'ultimo campionato i biancoverdi entrano nei playoff ma vengono eliminati in semifinale dal Bologna. Il 12 giugno 2015, firma un contratto per guidare il Cagliari. Con i sardi ottiene subito la promozione in serie A. Al suo primo anno di serie A con 47 punti termina la stagione all'11° posto. All'inizio della stagione 2017/18 dopo quattro sconfitte consecutive viene esonerato. Lunedì scorso Massimo Rastelli è diventato il nuovo allenatore della Cremonese, prendendo il posto di Mandorlini. Rastelli con il suo staff ha firmato un contratto biennale. Il tecnico campano utilizza i moduli 3-5-2 e 4-3-1-2, senza disdegnare altre soluzioni tattiche in base all'avversario. Il modulo preferito resta comunque il 4-3-1-2



Allenatore in seconda: Dario Rossi



Preparatori dei portieri: David Dei



Preparatore atletico: Fabio Esposito



Recupero infortunati: prof. Cristian Freghieri



Responsabile settore sanitario: dott. Diego Giuliani



Fisioterapisti: Sandro Rivetti, Andrea Gualtieri, Carlo Bentivoglio



Responsabile settore giovanile: Giovanni Bonavita



Coordinatore organizzativo: Guerrino Ghio



Responsabile tecnico attività di base: Paolo Mondini



Responsabile organizzativo femminile: Angelo Camisani



Responsabile tecnico femminile: Gianluca Aleo



Segretaria: Francesca Cremaschi



Allenatore "Primavera": Stefano Lucchini



Campo di gioco: lo stadio Giovanni Zini è stato inaugurato il 2 novembre del 1929. Nel 1924 venne intitolato al portiere dell'U.S. Cremonese Zini deceduto durante la prima guerra mondiale. Nel 2007 è stato oggetto di importanti lavori di ristrutturazione. Attualmente lo Zini dispone di 13.390 posti



Centro sportivo Giovanni Arvedi: è il nuovo Centro Sportivo del settore giovanile dell'U.S. Cremonese. Tanto verde e cinque campi da calcio: due in erba sintetica e tre in erba naturale. Il fabbricato è su due piani all'interno dei quali sono previsti: reception, sala stampa/riunioni, uffici per prima squadra e settore giovanile, appartamento del custode, camere uso foresteria per gli ospiti con annessa cucina. Nel corpo secondario sono previsti sei spogliatoi per il settore giovanile, due spogliatoi per arbitri e allenatori, palestra, sala idromassaggio, sala medica, sala fisioterapica, sala massaggi, spogliatoio per la prima squadra, spogliatoi per lo staff della prima squadra, magazzino e parcheggio auto



Colori sociali: 1^ divisa maglia grigio-rossa, calzoncini rossi con banda grigia e calzettoni rossi; 2^ divisa maglia bianca con banda diagonale grigio-rossa, calzoncini bianchi con bande rosse e grigie, calzettoni bianchi



Sponsor: Iltainox, Arinox



Sponsor tecnico: Garman



Albo d'oro: 1 Coppa Anglo-Italiana (1992/93)



Gli ex amaranto: Il difensore nativo di Mazara del Vallo, Emanuele Terranova, si trasferisce al Livorno nella stagione 2008/09 in serie B, in prestito dal Palermo. Con gli amaranto disputa 21 incontri (19 di campionato e 2 di playoff) e con i labronici ottiene la promozione in serie A. Quindi ritorna al Palermo. Antonio Piccolo è nato a Napoli il 7 aprile 1988. Cresce nelle giovanili della Salernitana e Piacenza. L'8 aprile 2006 fa il suo debutto tra i professionisti nel Piacenza. Nel 2011 si trasferisce al Livorno. Debutta con i labronici il 10 settembre (Livorno-Varese 2-0). A fine stagione totalizza 18 presenze in campionato, realizzando 2 reti (con l'Albinoleffe e la Nocerina). Nel 2013, a gennaio, dopo 8 presenze in campionato, passa in prestito al Lanciano e il 19 giugno 2013 la società abruzzese acquista il 50% del cartellino del giocatore. L'ex calciatore Leandro Rinaudo ruolo difensore centrale aveva nel fisico da carozziere la sua dote più appariscente. Cresciuto nelle giovanili del Palermo, nella stagione 2002/03 viene mandato a farsi le ossa nel Varese. Il 30 agosto 2013 viene ingaggiato dal Livorno a titolo definitivo dal Napoli, neo-promosso in serie A. In campionato colleziona 21 presenze (1.444' giocati) e 1 rete (il 29 settembre 2013, Hellas Verona-Livorno 2-1). Dopo la retrocessione in serie B del Livorno, la società amaranto non esercita l'opzione per prolungare il rapporto di un'altra stagione e il 31 luglio 2014 firma un contratto biennale con la Virtus Entella. L'ex Direttore Generale del Livorno, Paolo Armenia, ha lasciato la squadra amaranto due anni fa, dopo cinque anni importanti in cui Armenia ha ricoperto diversi incarichi dirigenziali come Responsabile organizzativo generale e Responsabile di gestione. Dal 2018 guida la macchina amministrativa della Cremonese nel ruolo di Direttore Generale



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 14 (1 in serie A, 5 in B, 1 in P.Div., 2 in C1, 5 in C); vittorie Livorno 9 (ultima stagione 2016-17, 1-0), pareggi 3 (ultimo stagione 1973/74 1-1), vittorie Cremonese 2 (ultima stagione 1957-58, 1-2)



Precedenti a Cremona in campionato: partite disputate 15 (1 in serie A, 6 in B, 1 P.Div., 2 in C1, 5 in C); vittorie Cremonese 5 (ultima stagione 2018-19, 1-0), pareggi 4 (ultimo stagione 1999-00, 1-1), vittorie Livorno 5 (ultima stagione 1997-98, 1-2)



Classifica: 12° posto con 32 punti



Capocannonieri: Vasile Mogos, classe 1992, ruolo difensore con 4 reti



Cremonese fuori casa: 6 pareggi (2-2 Palermo, 1-1 Padova, 0-0 Ascoli, 1-1 Verona, 0-0 Pescara, 1-1 Venezia), 6 sconfitte (2-1 Benevento, 2-0 Lecce, 3-1 Foggia, 3-2 Brescia, 2-0 Spezia, 2-0 Cosenza, 2-0 Salernitana). Reti fatte Cremonese 9, subite 21



Diffidati: Claiton



Indisponibili: Longo (sublussazione all’anca), Radunovic (lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio destro)



Squalificati: Claiton



Probabile formazione (3-5-2): Agazzi, Caracciolo, Del Fabro, Terranova, Mogos, Arini, Castagnetti, Soddimo (Croce), Migliore, Carretta, Strizzolo (Piccolo).



Prima squadra



Portieri: Agazzi 1984, Ravaglia 1988, Radunovic 1996, Volpe 1996.



Difensori: Caracciolo 1990, Claiton 1984, Del Fabro 1995, Migliore 1988, Mogos 1992, Renzetti 1988, Rondanini 1995, Terranova 1987.



Centrocampisti: Arini 1987, Boultam 1998, Castagnetti 1989, Castrovilli 1997, Croce 1982, Emmers 1999, Mbaye 1995, Strefezza 1997.



Attaccanti: Carretta 1990, Longo 1992, Montalto 1998, Piccolo 1988, Soddimo 1987, Strizzolo 1992.



Movimenti di mercato



Arrivi: Soddimo 1987 attaccante dal Frosinone (definitivo), Caracciolo 1990 difensore dall'Hellas Verona (prestito), Rondanini 1995 difensore dal Brescia (definitivo), Strizzolo 1992 attacante dal Cittadella (definitivo), Longo 1992 attacante dall'Huesca-Spagna (prestito/Inter), Mbaye 1995 centrocampista dal Carpi (prestito/ChievoVerona).



Partenze: Brighenti 1987 attaccante al Monza (definitivo), Marconi 1989 difensore al Monza (definitivo), Kresic 1996 difensore al Carpi (prestito/Atalanta), Greco 1986 centrocampista al Foggia (definitivo), Perrulli 1985 centrocampista al Novara (definitivo).



Precedenti in campionato dalla stagione 1929-30



1929-30 serie A 05/01/1930 Cre.-Liv. 1-2 (44' Agosti C, 48' Palandri L, 57' Magnozzi L) Ferro di Milano / 29/05/1930 Liv.-Cre. 1-1 (20' Silvestri L, 52' Subinaghi C) Guarnieri di Milano



1931-32 serie B 17/01/1932 Liv.-Cre. 2-3 (3' Castellani L, 26' Corsetti L, 31' Cavicchioli C, 52' Dalle Vedove C, 83' Foglia C) Gonani di Ravenna / 05/06/1932 Cre.-Liv. 1-1 (53' Corsanini C, 55' Silvestri L) Brunelli di Bologna



1932-33 serie B 16/10/1932 Liv.-Cre. 5-0 (6' Miniati, 35' Martini, 68' Silvestri, 69' Miniati, 70' Nekadoma) Rovida di Milano / 19/03/1933 Cre.-Liv. 1-1 (56' Nekadoma L, 85' Staffetta C) Corradini di Bologna



1936-37 serie B 03/01/1937 Cre.-Liv. 0-1 (31' Arcari IV) Gonani di Ravenna / 09/05/1937 Liv.-Cre. 4-0 (72' Arcari IV, 81' Arcari IV, 84' Costanzo, 88' Arcari IV) De Benedictis di Nardò



1949-50 serie B 22/01/1950 Cre.-Liv. 5-0 (11' Paulinich, 27' Masoni, 33' Paulinich, 77' Granata, 85' Masoni) Canavesio di Torino / 25/06/1950 Liv.-Cre. 1-0 (25' Bartolini) Moratelli di Bologna



1950-51 serie B 15/10/1950 Liv.-Cre. 1-1 (23' Lenci rig. C, 37' Benini L) Marchese di Napoli / 11/03/1951 Cre.-Liv. 0-1 (27' Ghezzani) Piemonte di Monfalcone



1954-55 serie C 21/11/1954 Liv.-Cre. 4-1 (40' Bernardis L, 49' Bronzoni L, 55' Bronzoni rig. L, 57' Trevisani C, 62' Bernardis L) Gambarotta di Genoa / 17/04/1955 Cre.-Liv. 1-1 (52' Taccola III L, 53' Loiodice C) Maurelli di Como



1956-57 serie C 25/11/1956 Cre.-Liv. 2-1 (56' Della Frera rig. C, 65' Masoni L, 72' Bicicli C) Clemente di Roma / 31/03/1957 Liv.-Cre. 2-1 (39' Puccinelli rig. L, 70' Masoni L, 78' Bicicli) Ubezio di Novara



1957-58 serie C 15/12/1957 Cre.-Liv. 2-1 (19' Bertolani C, 52' Castoldi C, 65' Gratton L) Morini di Reggio Emilia / 27/04/1958 Liv.-Cre. 1-2 (9' Gratton L, 67' Goi C, 78' Franzini C) Sebastio di Taranto



1958-59 serie C/A 23/11/1958 Liv.-Cre. 5-2 (5' Pisetta L, 16' Garzonio C, Bretti L, 51' Bartolini L, 70' Favalli C, 87' Mungai L, 90' Mungai L) Trezza di Verona / 12/04/1959 Cre.-Liv. 2-1 (22' Gratton L, 42' Favalli C, 71' Bolzoni C) Baldassarre di Udine



1973-74 serie C/B 18/11/1973 Cre.-Liv. 1-2 (27' Cassago C, 32' Scanziani L, 67' Scanziani L) Migliore di Salerno / 14/04/1974 Liv.-Cre. 1-1 (14' Bercellino L, 33' Mondonico C) Agate di Torino



1997-98 serie C1/A 05/10/1997 Cre.-Liv. 1-2 (4' Bonaldi L, 31' Nardini L, 68' Godeas C) Castellani di Verona / 22/02/1998 Liv.-Cre. 2-1 (27' Mirabelli C, 63' Vincioni L, 73' Nardini L) Castellani di Verona



1999-00 serie C1/A 06/01/2000 Liv.-Cre. 2-1 (33' Favi L, 42' Zanetti C, 52' Nincheri L) Mazzoleni di Bergamo / 14/05/2000 Cre.-Liv. 1-1 (27' Capuano C, 82' Domizzi L) Bianchi di Lucca



2016-17 serie C/A 12/12/2016 Cre.-Liv. 2-3 (4' Lambrughi L, 16' Scarsella C, 46' Brighenti C, 66' Gasbarro L, 72' Murilo L) Balice di Termoli / 29/04/2017 Liv.-Cre. 1-0 (54' Maritato) Pillitteri di Palermo



2018/19 serie B 10/11/2018 Cre.-Liv. 1-0 (31' Brighenti) Di Martino di Teramo



Totale gare disputate in campionato: 29. Vittorie Livorno 15, pareggi 7, vittorie Cremonese 7. Reti fatte Livorno 50, subite 35.



A Livorno: 14. Vittorie Livorno 9, pareggi 3, vittorie Cremonese 2. Reti fatte Livorno 32, subite 14.



A Cremona: 15. Vittorie Cremonese 5, pareggi 4, vittorie Livorno 6. Reti fatte Cremonese 21, subite 18.



Marcatori del Livorno: 4 reti Arcari IV; 3 reti Silvestri, Gratton; 2 reti Miniati, Nekadoma, Bernardis, Bronzoni, Masoni, Bartolini, Mungai, Scanziani, Nardini; 1 rete Palandri, Magnozzi, Castellani, Corsetti, Martini, Costanzo, Benini, Ghezzani, Taccola III, Puccinelli, Pisetta, Bretti, Bercellino, Bonaldi, Vincioni, Favi, Nincheri, Domizzi, Lambrughi, Gasbarro, Murilo, Maritato.



Playoff



1997-98 serie C1/A finale play off 14/06/1998 Cre.-Liv. 1-0 dts (118' Guarnieri) Gabriele di Frosinone



Coppa Italia



2010-11 2.o turno eliminatorio 15/08/2010 Liv.-Cre. 1-0 (87' Pagano) Tozzi di Ostia Lido (Livorno passa al 3.o turno)




commenta
Di tutto...di pių...il Perugia di mister Nesta
domenica 24 marzo 2019 - 22:02
 


Associazione Calcistica Perugia Calcio s.r.l. (2010)



La storia della società umbra parte dal lontano giugno 1905 quando nasce ufficialmente l'Associazione Calcio Perugia. Dopo la storica fondazione, la storia della società proseguirà nelle serie minori con fugaci apparizioni in serie B. Il 21 maggio 1967, conquista l'ambito traguardo della serie B dove rimarrà per otto anni consecutivi fino alla stagione 1974/75 quando raggiungerà la storica promozione in serie A. Intanto, con l'avvento nella massima serie, il Perugia abbandona lo stadio Santa Giuliana e si trasferisce nel nuovo stadio, il Comunale di Pian di Massiano, che ancora oggi ospita le partite dei Grifoni. Nel 1977 la società decide di intitolarlo alla memoria di Renato Curi, tragicamente scomparso all'età di 24 anni per un attacco cardiaco, nel corso di una gara di campionato contro la Juventus. Nella stagione 1978/79 sfiora uno storico scudetto. La squadra umbra si piazzerà al secondo posto senza perdere una partita. Il piazzamento ottenuto garantirà al Perugia anche la sua prima apparizione in campo internazionale, con la partecipazione alla Coppa Uefa. Una stagione caratterizzata dalla presenza dell'astro nascente Paolo Rossi, futuro Pablito ai Mondiali di Spagna 1982 nonchè pallone d'oro. Dopo questo periodo esaltante la squadra retrocede in serie B e riprende a girovagare tra le serie minori. Per ritrovare il Perugia in serie A, si deve aspettare la stagione 1996/97, sotto la presidenza di Luciano Gaucci. L'avventura in serie A dura appena un anno ma la stagione successiva in serie B, il Perugia, dopo uno spareggio con il Torino, ottiene nuovamente la promozione alla massima serie dove resterà fino alla stagione 2003/04. Nel corso di questi anni il Perugia raggiunge un ottavo posto, una semifinale di Coppa Italia e nel 2003 vincendo la Coppa Intertoto la seconda qualificazione ad una competizione europea, sotto la guida tecnica del perugino Serse Cosmi ex allenatore del Livorno. Il campionato si concluderà con la retrocessione in serie B, a seguito di uno spareggio con la Fiorentina. Quindi nel 2010 dopo anni difficili, arriverà anche il fallimento della società. Il Perugia ripartendo dalla serie D in soli quattro anni, conquista la serie B nella stagione 2013/14.



Presidente: Massimiliano Santopadre



Vice-presidente: Stefano Cruciani



Direttore generale: Mauro Lucarini



Responsabile area tecnica: Roberto Goretti



Direttore sportivo: Marcello Pizzimenti



Segretaria generale: Chiara Zuppardo



Team manager: Francesco Gaudenzi



Segretario sportivo: Samuele Donati



Ufficio stampa: Pietro Pallotti



Responsabile marketing: Marco Santoboni



Respopnsabile commerciale: Stefano Politelli



Area marketing e commerciale: Giorgia Mastrini



Ufficio amministrativo: Sandro Angelo Paiano, Giancarlo Paiano



Ufficio amministrativo: Chiara Cinelli



Responsabili ufficio consulenti: Mario Mincigrucci, Valentina Bastianini



Studio legale: avv. Carlo Calvieri, avv. Gianluca Calvieri



Responsabile protezione dati personali: Alessia Nataloni



SLO: Massimiliano Rossi



Responsabile biglietteria: Tiziana Barbetti



Delegato alla sicurezza: Michele Diosono



Vice-delegato alla sicurezza: Fabio Castellani



Direttore manutenzione impianti: Gianluca Bellucci



Allenatore: Alessandro Nesta è stato uno dei più forti difensori centrali del calcio italiano. Cresciuto nella Lazio si è consacrato nel Milan, raggiungendo l'apice della sua carriera nel 2006 con la vittoria del Mondiale in Germania. In 9 stagioni con i biancocelesti ha vinto nove trofei: 1 Campionato Primavera (1994/95), 3 Coppe Italia (1997/98, 1999/00), 2 Supercoppe Italiane (1998, 2000), 1 Campionato Italiano (1999/00), 1 Coppa delle Coppe (1998/99) e 1 Supercoppa Uefa (1999). Mentre in 10 stagioni rossonere ha collezionato dieci trofei tra cui 1 Coppa Italia 2 Supercoppe Italiane, 2 Campionati Italiani, 2 Supercoppe Uefa, 2 Champions League e 1 Coppa del mondo per club. Ha chiuso la carriera nel 2014 agli indiani del Chennaiyin, dopo due stagioni in Mls con il Montreal Impact. Negli ultimi anni è emigrato prima come giocatore e poi come allenatore in Canada e quindi negli Stati Uniti. Poi quest'anno è tornato in Italia, sulla panchina del Perugia. Nesta ha iniziato a studiare da mister nel Canada, quando era entrato a far parte dello staff tecnico del Montreal Impact, poi ha trovato la sua prima panchina da allenatore vero in America, alla guida del Miami FC, partecipante alla North American Soccer League, la Serie B statunitense



Allenatore in seconda: Lorenzo Rubinacci



Preparatore portieri: Vincenzo Benvenuto



Collaboratore tecnico: Massimo Lo Monaco



Responsabile preparatore atletici: Francesco Vaccariello



Preparatore atletico: Filippo Sdringola



Collaboratore atletico: Luca D'Angeli



Match analyst: Mauro Girini



Data analysis: Matteo Valeri



Responsabile sanitario: prof. Giuliano Cerulli



Medico addetto prima squadra: dott. Michele Bisogni



Medico ortopedico: dott. Giuseppe De Angelis



Medico sportivo: dott. Lamberto Boranga



Medico di base: dott. Riccardo Bogini



Nutrizionista: dott. Andrea Del Seppia



Responsabile area fisioterapica: Fabrizio Ragusa



Fisioterapista: Federico Sportellini



Massaggiatori: Renzo Luchini, Stefano Gigli, Mirco Lanari



Podologo: Daniele Roma



Responsabile settore giovanile: Giovanni Guerri



Responsabile tecnico agonistica: Piero Lombardi



Segreteria: Eleonora Massetti



Responsabile osservatori: Sergio Filipponi



Responsabile tecnico pre-agonistica e vivaio: Jacopo Giugliarelli



Allenatore Primavera: Giovanni Pagliari



Campo di gioco: lo stadio è stato costruito, inizialmente con il nome di "stadio comunale di Pian di Massiano", nel 1975. Oggi è intitolato a Renato Curi, centrocampista del Perugia morto in campo, il 30 ottobre 1977, per un arresto cardiaco, nel corso della partita fra Perugia e Juventus. Tra il 1998 ed il 2006 sono stati effettuati lavori di risistemazioni. La capienza è di 23.625 posti a sedere



Colori sociali: 1^ divisa maglia rossa, calzoncini bianchi, calzettoni rossi; 2^ divisa maglia bianca, calzoncini rossi, calzettoni bianchi



Sponsor: Officine Piccini, Vitakraft, Mericat



Sponsor tecnico: Frankie Garage Sport



Palmares: 1 Coppa Piano Karl Rappan (1978), 1 Coppa Intertoto (2003), 1 Coppa Italia di serie D (2010/11), 1 Supercoppa di Lega di Seconda Divisione (2011/12), 1 Supercoppa di Lega Pro (2013/14)



Palmares in competizioni giovanili: 2 Campionati Primavera (1995/96, 1996/97), 1 Campionato nazionale "Dante Berretti" (2006/07)



Precedenti a Livorno in campionato: partite disputate 13 (8 in in B, 5 in C), vittorie Livorno 5 (ultima stagione 1967-68, 2-1), pareggi 5 (ultimo stagione 2015-16, 1-1), vittorie Perugia 3 ( stagione 2018-19, 2-3)



Precedenti a Perugia in campionato: partite disputate 12 (7 in serie B, 5 in C), vittorie Perugia 4 (ultima stagione 2015-16, 4-1), pareggi 5 (ultimo stagione 2014-15, 1-1), vittorie Livorno 3 (ultima stagione 1969-70, 0-1)



Classifica: 7° posto con 41 punti



Capocannoniere: Valerio Verre, classe 1994, ruolo centrocampista con 10 reti



Perugia in casa: 7 vittorie (2-0 Ascoli, 1-0 Venezia, 3-2 Padova, 2-1 Crotone, 2-1 Pescara, 3-0 Foggia, 3-1 Salernitana), 1 pareggio (1-1 Spezia), 5 sconfitte (0-1 Carpi, 0-2 Brescia, 1-2 Palermo, 0-1 Cosenza, 1-2 Verona). Gol realizzati Perugia 19, subiti 14



Diffidati: Bianco, Carraro, Gabriel



Indisponibili: El Yamiq, Melchiorri, Monaco



Squalificati: Falasco, Gyomber



Probabile formazione (4-3-1-2): Gabriel, Mazzocchi, Sgarbi, Cremonesi, Rosi, Verre, Carraro, Falzerano, Dragomir, Vido, Sadiq.



Prima squadra



Portieri: Bizzarri 1977, Gabriel 1992, Perilli 1995.



Difensori: Cremonesi 1988, El Yamid 1992, Falasco 1993, Felicioli 1992, Gyomber 1992, Mazzocchi 1995, Monaco 1992, Pavlovic 1988, Rosi 1987, Sgarbi 1997.



Centrocampisti: Bianco 1987, Bordin 1998, Carraro 1998, Dragomir 1999, Falzerano 1991, Kouan 1999, Kingsley 1999, Moscati 1992, Verre 1994.



Attaccanti: Han 1998, Melchiorri 1987, Sadiq 1997, Vido 1997.



Movimenti di mercato



Arrivi: Sadiq 1997 attaccante dal Glasgow Rangers-Scozia (prestito/Roma), Falzerano 1991 centrocampista dal Venezia (definitivo), Carraro 1998 centrocampista dal Foggia (prestito/Atalanta), Rosi 1987 difensore (svincolato), Bizzarri 1977 portiere dal Foggia (prestito), Pavlovic 1988 difensore (svincolato).



Partenze: Terrani 1994 attaccante al Piacenza (definitivo), Bianchimano 1996 attaccante al Catannzaro (prestito), Leali 1993 portiere al Foggia (prestito), Ngawa 1992 difensore al Foggia (prestito), Mustacchio 1989 attaccante al Carpi (prestito).



Precedenti in campionato dalla stagione 1959-60



1959-60 serie C 06/12/1959 Liv.-Per. 1-0 (75' L. Mazzoni) Donato di Civitavecchia / 17/04/1960 Per.-Liv. 2-1 (7' Mazzucchi L, 27' Montenovo P, 52' Fortini P) Cirone di Palermo



1960-61 serie C 02/10/1960 Per.-Liv. 2-2 (7' Daliana P, 9' Gratton L, 34' Risos L, 40' Daliana P) Sanguineti di Chiavari / 12/02/1961 Liv.-Per. 2-1 (60' Morelli L, 61' Marinelli P, 73' Scarnicci L) Firmi di Crema



1961-62 serie C 10/12/1961 Liv.-Per. 3-0 (2' Teneggi, 54' Lodi, 79' Lodi) Di Maio di Palermo / 22/04/1962 Per.-Liv. 1-1 (12' Nenci P, 53' Pellis L) Gussoni di Tradate



1962-63 serie C 07/10/1962 Per.-Liv. 0-0 Vitulio di Campobasso / 07/04/1963 Liv.-Per. 1-2 (49' Moratelli P, 55' Corti aut. L, 81' Roffi P) Virgili di Roma



1963-64 serie C 29/09/1963 Liv.-Per. 2-0 (5' Virgili, 84' Mascalaito) Fioretti di Roma / 26/01/1964 Per.-Liv. 0-1 (57' Cartasegna) Pieroni di Roma



1967-68 serie B 24/09/1967 Liv.-Per. 2-1 (25' Gualtieri L, 35' Balestrieri P, 71' Santon rig. L) Canova di Bologna / 18/02/1968 Per.-Liv. 0-1 (49' Nastasio) Possagno di Treviso



1968-69 serie B 29/09/1968 Liv.-Per. 1-1 (10' Mainardi P, 48' Rigotto L) Toselli di Cormons / 16/02/1969 Per.-Liv. 3-0 (51' Ferrario, 56' Fava, 70' Ferrario) Michelotti di Parma



1969-70 serie B 05/10/1969 Liv.-Per. 0-0 Lazzaroni di Roma / 22/02/1970 Per.-Liv. 0-1 (62' Bacchetta aut.) Gialluisi di Barletta



1970-71 serie B 01/11/1970 Liv.-Per. 0-1 (10' Urban) Lazzaroni di Milano / 21/03/1971 Per.-Liv. 0-0 Mascali di Desenzano sul Garda



1971-72 serie B 12/12/1971 Per.-Liv. 2-0 (19' Innocenti, 42' Urban) Turiano di Reggio Calabria / 30/04/1972 Liv.-Per. 1-1 (34' Urban P, 42' Raffaelli L) Motta di Monza



2014-15 serie B 29/11/2014 Liv.-Per. 0-0 Baracani di Firenze / 25/04/2015 Per.-Liv. 1-1 (11' Jelenic L, 82' Fabinho P) Pasqua di Tivoli



2015-16 serie B 18/12/2015 Per.-Liv. 4-1 (33' Moscati L, 56' Drolè P, 72' Ardemagni P, 75' Parigini P, 91' Ardemagni P) Candussio di Cervignano / 07/05/2016 Liv.-Per. 1-1 (30' Vantaggiato L, 69' Zapata P) Di Paolo di Avezzano



2018-19 serie B 04/11/2018 Liv.-Per. 2-3 (14' Melchiorri P, 32' Diamanti L, 38' Diamanti rig. L, 53' Verre P, 75' Vido rig. P) Abbattista di Molfetta



Partite disputate: 25. Vittorie Livorno 8, pareggi 10, vittorie Perugia 7. Reti fatte Livorno 26, subite 25.



A Livorno: 13. Vittorie Livorno 5, pareggi 5, vittorie Perugia 3. Reti fatte Livorno 16, subite 11.



A Perugia: 12. Vittorie Perugia 4, pareggi 5, vittorie Livorno 3. Reti fatte Perugia 15, subite 9.



Marcatori del Livorno: 2 reti Lodi, Diamanti; 1 rete L. Mazzoni, Mazzucchi, Gratton, Risos, Morelli Scarnicci, Teneggi, Pellis, Virgili, Mascalaito, Cartasegna, Gualtieri, Santon, Nastasio, Rigotto, Raffaelli, Jelenic, Moscati, Vantaggiato. Più due autoreti: Corti, Bacchetta.



Coppa Italia



1968-69 girone 9 3. giornata 22/09/1968 Per.-Liv. 1-1 (63' Mainardi P, 70' Zani L)



1987-88 serie C ottavi di finale andata 04/02/1988 Per.-Liv. 1-1 (13' Perrotta L, 84' Gori P) Lattuada di Legnano / ritorno 18/02/1988 Liv.-Per. 2-0 (2' I. Protti, 65' I. Protti) Mantovani di Genova (Perugia eliminato, il Livorno passa ai quarti di finale)



2012-13 terzo turno 18/08/2012 Livorno-Perugia 4-1 (45' Clemente rig. P, 55' Siligardi L, 57' Siligardi L, 68' Dionisi L, 90' Dionisi L) Valeri di Roma (il Livorno passa al quarto turno)




commenta
Conosciamoli meglio: la Salernitana
martedė 12 marzo 2019 - 15:37
 


Salernitana Unione Sportiva 1919 s.r.l. (1919)



La Salernitana fu fondata il 19 giugno 1919. Il primo presidente del sodalizio fu Adalgiso Onesti. La società campana ha avuto una storia travagliata passando per due rifondazioni per motivi finanziari nel 2005 e nel 2011. A partire dal 1943 i campani indossano la maglia granata e lo stadio dove disputano le partite casalinghe è l'Arechi. Ad oggi, con 99 anni di storia, può vantare due partecipazioni al campionato di serie A. Le vicissitudini calcistiche della Salernitana cominciarono nel 1919. Negli anni Cinquanta la Salernitana si assestò in serie B e poi in serie C dove il club rimase fino al 1965/66. Nel corso degli anni Novanta la squadra tornò stabilmente in serie B e nel 1997/98 i campani centrarono una storica promozione in serie A. Dopo le due rifondazioni per motivi finanziari nel 2011/12, una nuova società ripartì dalla serie D. La nuova società ottenne due promozioni consecutive arrivando nella stagione 2014/15 a conquistare la promozione in serie B. La maglia granata è stata indossata anche da molti giocatori illustri del panorama del calcio italiano, come Walter Zenga (1978/79), Agostino Di Bartolomei (dal 1988 al 1990), Marco Di Vaio (dal 1977 al 1999), Gennaro Gattuso (1998/99) e David Di Michele (dal 1998 al 2001).



Amministratore unico: Luciano Corradi



Presidente collegio sindacale: Ulderico Granata



Sindaci: Stefano Di Natale, Massimiliano Troiani



Direttore sportivo: Angelo Mariano Fabiani



Segretario generale: Rodolfo De Rose



Collaboratrice: Gabriella Borgia



Area biglietteria: Maria Vernieri



Addetto stampa: Gianluca Lambiase



Referente area commerciale: Claudio De Leonardis (Infront Sports & Media)



Delegato alla sicurezza: Costantino Peccerillo



Vice-delegato alla sicurezza: Domenico Di Lorenzo



Slo: Yuri D'Amato, Jessica Vitolo



Coordinatori area scouting: Michele Punzi (area centro-nord), Andrea Ritorni (area Liguria-Toscana-Umbria), Pasquale Lanzillo (area centro-sud)



Osservatore: Giuseppe Mentone



Team manager: Salvatore Avallone



Addetto all'arbitro: Carmine Parrella



Allenatore: Angelo Gregucci è nato a S. Giorgio Jonico (Taranto) il 10 giugno 1964 . Da calciatore ha iniziato nel Taranto, in serie C (1981/82). Dopo un anno passa all'Alessandria (serie C2). Con i piemontesi ha militato per quattro stagioni. Poi ha iniziato la più importante parentesi della sua carriera con la maglia della Lazio. In sette anni con la maglia biancoceleste ha collezionato 187 presenze e 12 reti. Nella stagione 1987/88 con i laziali conquista la promozione in serie A. Poi veste per un anno la maglia del Torino (1993/94), in serie A. Quindi chiude la carriera con la Reggiana dove ha militato per quattro anni, fino alla stagione 1997/98 . Inizia la carriera come tecnico da vice-allenatore nella Reggiana (1998-99). Dopo due anni approda alla Viterbese in coabitazione con Dell'Orto. Nel 2001 diventa vice di Mancini alla Fiorentina. Nel 2002 subentra in corsa sulla panchina del Legnano in serie C2. Nel 2003 arriva il salto in serie B con il Venezia. Con i lagunari conquista la salvezza allo spareggio contro il Bari. L'anno successivo è alla Salernitana, sempre in serie B. Nel 2005 approda al Lecce in serie A ma dopo solo cinque giornate viene esonerato. Il 3 ottobre 2006 diventa il nuovo allenatore del Vicenza, dopo l'esonero dell' ex allenatore del Livorno Camolese. Guida i veneti per altri due campionati. Il 5 giugno 2009 lo assume l'Atalanta in serie A. Il 21 settembre 2009 viene esonerato dopo la pesante sconfitta per 4-1 contro il Bari. Il 3 ottobre 2010 viene ingaggiato dal Sassuolo (serie B), in sostituzione dell'esonerato ex tecnico degli amaranto Arrigoni. Il 9 maggio 2011 viene esonerato e gli subentra Mandelli allenatore della Primavera. L'8 gennaio 2012 viene ingaggiato dalla Reggina al posto di Breda (attuale allenatore del Livorno) e il 14 aprile 2012 viene esonerato dal club amaranto. Quindi, ad agosto del 2012, passa al Manchester City nel ruolo di collaboratore tecnico dell'allenatore Roberto Mancini. Il 15 maggio 2013 lascia il club inglese. Il 26 gennaio 2014 torna ad allenare la Salernitana al posto dell'esonerato Perrone. Con i campani conquista la Coppa Italia Lega Pro e raggiunge i playoff. I granata si arrendono al Frosinone 2-0 nei quarti di finali. A fine stagione lascia la Salernitana e si accasa alla Casertana in Lega Pro. Il 24 novembre viene esonerato nonostante il secondo posto dei campani. Quindi ritorna in Inghilterra con il Leyton Orient, come collaboratore tecnico di Fabio Liverani. Il 30 settembre torna in Italia e diventa l'allenatore dell'Alessandria (Lega Pro). In campionato si classifica al quarto posto ma nel primo turno dei playoff viene eliminato dal Foggia (2-0). Quindi diventa l'allenatore in seconda dell'Inter dove ritrova Roberto Mancini. L'esperienza con il club nerazzurro dura poco e prima dell'inizio del campionato lascia l'Inter. Il 16 luglio 2017 entra nello staff dello Zenit San Pietroburgo ancora insieme a Roberto Mancini. Il 15 maggio 2018 si dimette insieme a Mancini dal club russo e dopo pochi giorni entra nello staff dell'Italia, affiancando Roberto Mancini. Il 20 dicembre rescinde il contratto con la Nazionale e si lega per la terza volta alla Salernitana



Allenatore in seconda: Giuseppe Ton



Collaboratore tecnico: Matteo Lombardo, Antonio Rizzolo



Preparatori atletici: Francisco Bertini, Cristofore Filetti



Preparatori dei portieri: Luigi Genovese



Magazzinieri: Gerardo Salvucci, Agostino Palladino



Responsabile sanitario: dott. Giuseppe Aucello



Medico sociale: dott. Italo Leo



Struttura sanitaria di riferimento: Centro Polidiagnostico Check-up



Nutrizionista: dott. Antonio Lanni



Fisioterapisti: Giuseppe Magliano, Angelo Mascolo, Michele Cuoco, Davide Cuoco



Allenatore Primavera: Alberto Mariani



Campo di gioco: la costruzione dello stadio "Arechi", è partita nel 1984 e si è conclusa nel 1990. La struttura venne inaugurata nel settembre del 1990. Nel 1998 venne effettuata una ristrutturazione di adeguamento dell'impianto. Nel 2014 una nuova ristrutturazione dell'impianto e il rifacimento del manto erboso. I posti a sedere attualmente sono 26.500



Colori sociali: 1^ divisa maglia granata con "S" longitudinale celeste, calzoncini e calzettoni con inserti celesti; 2^ divisa maglia bianca con inserti granata, calzoncini e calzettoni bianchi con inserti granata



Sponsor: Seleco Home, Seleco Easy Life



Sponsor tecnico: Givova



Gli ex amaranto: Alessandro Bernardini, difensore centrale, classe 1987 è nato a Domodossola, in provincia di Verbania dove ha militato nel settore giovanile prima di esordire nella stagione 2003/04 in serie D, sempre con la maglia del Verbania. Nel gennaio 2010 il Livorno acquista il cartellino in comproprietà con il Varese. Esordisce con la maglia amaranto, in serie A il 28 febbraio in Livorno-Siena (1-2). Alla fine di quel campionato il centrale è stato presente 5 volte e il Livorno retrocede in serie B. Il difensore viene riconfermato per altri due anni. Conquista la promozione in serie A (2012/13) mediante i play off, collezionando 94 presenze e 1 rete. Poi viene ceduto in prestito al ChievoVerona. Quindi torna al Livorno, dove ha giocato 35 partite realizzando anche un gol. Romano Perticone, classe 1986, ruolo difensore, cresciuto nelle giovanili del Milan, debutta in serie A con i rossoneri nella stagione 2004/05 (Milan-Palermo 3-3). Nel 2008 viene ceduto in comproprietà al Livorno, in serie B, dove con gli amaranto conquista ai playoff la promozione in seria A disputando 38 gare e realizzando 1 rete. Il 23 giugno 2009 il Milan lo cede a titolo definitivo al Livorno. Il difensore gioca 27 partite ma il Livorno retrocede in serie B. Nella stagione successiva Perticone viene confermato giocando 22 partite, segnando 2 gol e il 31 gennaio 2011 passa in prestito alla Sampdoria (serie A). Il 25 giugno 2011 ritorna al Livorno e l'11 gennaio 2012 passa in prestito al Modena. Davide Di Gennaro nasce il 16 giugno 1988 a Milano. Cresciuto nelle giovanili del Milan, con la maglia rossonera debutta in serie A il 19 maggio 2007 in occasione della gara casalinga contro l'Udinese (2-3). Il 29 gennaio 2010 il Milan lo presta al Livorno in serie A. Esordisce in maglia amaranto il 6 febbraio 2010 contro la Juventus. Con i labronici fino a giugno colleziona 11 presenze (544' giocati).



Palmares: 1 Supercoppa di Lega Seconda Divisione (2012/13), 1 Coppa Italia Lega Pro (2013/14)



Palmares giovanili: 1 Campionato nazionale Dante Berretti (1968/69), 1 Campionato Allievi Regionali Sperimentali (2008/09)



Classifica: 10° posto con 34 punti a pari merito con lo Spezia



Cannoniere: Tiago Casasola, classe 1995, ruolo difensore con sei reti



Salernitana fuori casa: 2 vittoria (1-2 Palermo, 2-4 Ascoli), 5 pareggi (2-2 Lecce, 0-0 Cremonese, 1-1 Crotone, 0-0 Cosenza, 0-0 Padova), 5 sconfitte (4-0 Benevento, 1-0 Venezia, 3-1 Cittadella, 3-2 Carpi, 1-0 Verona, 3-1 Perugia). Reti fatte Salernitana 13, subite 21



Precedenti a Livorno in campionato: partite giocate 19 (1 in serie A-B, 1 in A, 8 in B, 2 in C, 7 in C1); vittorie Livorno 11 (ultima stagione 2008-09, 3-0), pareggi 8 (ultimo stagione 2015-16, 0-0), vittorie Salernitana 1 (stagione 1978-79, 2-3)



Precedenti a Salerno in campionato: partite giocate 19 (1 in serie A-B, 1 in A, 8 in B, 2 in C, 7 in C1); vittorie Salernitana 9 (ultima stagione 2015-16, 3-1), pareggi 7 (ultimo stagione 1986-87, 0-0), vittorie Livorno 4 (stagione 2008-09, 0-2)



Diffidati: Akpa Akpro, Jallow, Lopez Gasco, Minala, Pucino



Indisponibili: Bernardini, Di Gennaro, Mantovani, Perticone, Schiavi



Squalificati: nessuno



Probabile formazione (3-4-1-2): Micai, Schiavi, Gigliotti, Mantovani, Casasola, Di Tacchio, Minala, Lopez, Anderson, Rosina, Calaiò.



Prima squadra



Portieri: Lazzari 1997, Micai 1993, Russo 1989, Vannucchi 1995.



Difensori: Anderson D. 1995, Bernardini 1987, Casasola 1995, Galeotafiore 2000, Gigliotti 1989, Lopez 1985, Mantovani 1996, Memolla 1992, Migliorini 1992, Perticone 1986, Pucino 1991, Schiavi 1986.



Centrocampisti: Anderson A. 1999, Akpa Akro 1992, Di Gennaro 1988, Di Tacchio 1990, Mazzarani 1989, Minala 1996, Odjer 1996.



Attaccanti: Calaiò 1982, Djuric 1990, Jallow 1995, Orlando 1996, Rosina 1984, Vuletich 1991.



Movimenti di mercato



Arrivi: Minala 1996 centrocampista dalla Lazio (prestito), Memolla 1992 difensore dall'Hajduk Spalato-Croazia (definitivo), Calaiò 1982 attaccante dal Parma (definitivo), Lopez 1985 difensore dalla Ternana (definitivo).



Partenze: Bellomo 1991 centrocampista alla Reggina (definitivo), Palumbo 1996 centrocampista alla Ternana (prestito/Sampdoria), Signorelli 1991 centrocampista al Voluntari-Romania (prestito), Bocalon 1989 attaccante al Venezia (definitivo), Vitale 1987 difensore all'Hellas Verona (definitivo), Castiglia 1989 centrocampista alla Ternana (prestito).



Precedenti in campionato dalla stagione 1945-46



1945-46 serie A-B 02/12/1945 P. Liv.-Sal. 3-0 (7' Piana, 16' Piana, 55' Piana) Maurelli di Roma / 03/03/1946 Sal.-Liv. 0-0 Gemini di Roma



1947-48 serie A 04/01/1948 Sal.-Liv. 2-4 (2' Morisco S, 7' Buzzegoli rig. S, 11' Benedetti aut. L, 24' De Vito L, 78' Gimona L, 84' Tieghi L) Zilli di Reggio Emilia / 30/05/1948 Liv.-Sal. 3-0 (75' Lovagnini, 82' Tre Re, 90' Piana rig.) Pieri di Trieste



1949-50 serie B 11/09/1949 Liv.-Sal. 0-0 Longagnani di Modena / 29/01/1950 Sal.-Liv. 1-0 (62' Castaldo) Boffardi di Genova



1950-51 serie B 05/11/1950 Sal.-Liv. 4-2 (3' Bertoloni S, 30' Catalano L, 37' Giorgetti S, 60' Bartolini L, 62' Giorgetti S, 84' Castaldo S) Franzi di Vercelli / 01/04/1951 Liv.-Sal. 2-0 (6' Benini, 44' Bartolini) Piemonte di Monfalcone



1951-52 serie B 16/12/1951 Sal.-Liv. 2-1 (28' Moltrasio S, 60' Moltrasio S, 69' Bacci L) Caputo di Napoli / 04/05/1952 Liv.-Sal. 1-1 (44' Ronchi S, 81' Simonti L) Buratti di Milano



1955-56 serie B 25/12/1955 Liv.-Sal. 1-1 (32' Testa S, 65' Puccinelli rig. L) Canepa di Genova / 06/05/1956 Sal.-Liv. 1-1 (34' Taccola III L, 85' Amicarelli S) Boati di Milano



1956-57 serie C 14/10/1956 Sal.-Liv. 2-1 (52' Foglia S, 64' Massagrande S, 81' Isolani L) Maghernino di San Severo / 03/03/1957 Liv.-Sal. 2-0 (6' Bronzoni, 43' L. Mazzoni) Ubezio di Novara



1957-58 serie C 12/01/1958 Liv.-Sal. 3-2 (9' Mazzucchi L, 13' Gratton L, 28' Mazzucchi rig. L, 39' Ghersetich S, 76' Foresi aut. S) Sebastio di Taranto / 18/05/1958 Sal.-Liv. 2-2 (15' Del Gaudio S, 24' Campagnoli L, 64' Barchiesi S, 75' Campagnoli L)



1966-67 serie B 15/01/1967 Sal.-Liv. 0-0 Torelli di Milano / 11/06/1967 Liv.-Sal. 1-0 (28' Caleffi) Genel di Trieste



1978-79 serie C1/B 28/01/1979 Sal.-Liv. 1-0 (3' Franceschelli) Parussini di Udine / 10/06/1979 Liv.-Sal. 2-3 (5' Mondello L, 43' D'Angelo rig. S, 55' Di Bartolomeo L, 67' Gabriellini S, 74' Gabriellini S) Sguizzato di Verona



1979-80 serie C1/B 27/01/1980 Liv.-Sal. 1-0 (67' Venturini) Lombardo di Marsala / 08/06/1980 Sal.-Liv. 0-1 (35' Vitulano) Angelelli di Terni



1980-81 serie C1/B 21/12/1980 Sal.-Liv. 1-0 (80' Viscido) Cerquoni di Macerata / 10/05/1981 Liv.-Sal. 2-2 (4' Grossi L, 29' De Gennaro S, 43' Scarpa rig. L, 56' Zaccaro S) Polacco di Conegliano



1981-82 serie C1/B 27/09/1981 Sal.-Liv. 1-0 (52' Zaccaro) Coppetelli di Tivoli / Liv.-Sal. 1-0 (26' Grossi) Galbiati di Monza



1982-83 serie C1/B 16/01/1983 Sal.-Liv. 0-0 Basile di Siracusa / 29/05/1983 Liv.-Sal. 2-1 (4' Giovannone aut. S, 35' Fracas S, 45' Cardinali rig. L) Galbiati di Monza



1985-86 serie C1/B 20/10/1985 Sal.-Liv. 0-0 Bailo di Novi Ligure / 23/02/1986 Liv.-Sal. 1-1 (44' Brandolini L, 83' Lombardi S) Acri di Novi Ligure



1986-87 serie C1/B 18/01/1987 Liv.-Sal. 0-0 Iori di Parma / 07/06/1987 Sal.-Liv. 0-0 Beschin di Legnago



2002-03 serie B 28/09/2002 Sal.-Liv. 2-1 (80' Vignaroli S, 87' Dobrijevic S, 95' I. Protti rig. L) Messina di Bergamo / 02/03/2003 Liv.-Sal. 0-0 Cannella di Palermo



2003-04 serie B 27/09/2003 Liv.-Sal. 2-0 (12' C. Lucarelli, 49' Ruotolo) Mazzoleni di Bergamo / 29/02/2004 Sal.-Liv. 0-2 (52' C. Lucarelli, 73' C. Lucarelli) Preschern di Mestre



2008-09 serie B 06/12/2008 Liv.-Sal. 3-0 (21' Tavano, 68' Candreva, 90' Diamanti) Tommasi di Bassano del Grappa / 02/05/2009 Sal.-Liv. 0-2 (84' Miglionico, 85' Tavano) Rosetti di Torino



2015-16 serie B 09/12/2015 Liv.-Sal. 0-0 Aureliano di Bologna / 24/04/2016 Sal.-Liv. 3-1 (1' Donnarumma S, 31' Coda S, 40' Vantaggiato rig. L, 59' Zito S)



2018-19 serie B 31/10/2018 Sal.-Liv. 3-1 (30' Bocalon S, 61' Pucino S, 75' Di Gennaro L, 87' Bocalon S)



Partite disputate: 41. Vittorie Livorno 15, pareggi 15, vittorie Salernitana 11. Reti fatte Livorno 49, subite 36.



A Livorno: 20. Vittorie Livorno 11, pareggi 8, vittorie Salernitana 1. Reti fatte Livorno 30, subite 11.



A Salerno: 21. Vittorie Salernitana 10, pareggi 7, vittorie Livorno 4. Reti fatte Salernitana 25, subite 19.



Marcatori del Livorno: 4 reti Piana; 3 reti C. Lucarelli; 2 reti Bartolini, Mazzucchi, Campagnoli, Grossi, Tavano; 1 rete De Vito, Gimona, Tieghi, Lovagnini, Tre Re, Catalano, Benini, Bacci, Simonti, Puccinelli, Taccola III, Isolani, Bronzoni, L. Mazzoni, Gratton, Caleffi, Mondello, Di Bartolomeo, Venturini, Vitulano, Scarpa, Cardinali, Brandolini, I. Protti, Ruotolo, Candreva, Miglionico, Diamanti, Vantaggiato, Di Gennaro. Più due autoreti: Benedetti, Giovannone.



Coppa Italia



1938-39 (sedicesimi di finale) 26/12/1938 Liv.-Sal. 2-1 (43' Arcari IV L, 54' Arcari IV L, 63' Pressella S) Fois Di Roma (passa il Livorno agli ottavi di finale)




commenta
Speciale Amaranto
Dì la tua su ...
La Pagella di Carlo
 
SONDAGGIO
Firmereste per i play out ?
Si
No
Non so'
No ci salviamo
Siamo quasi retrocessi..
Risultati

Classifica aggiornata al 24/4/2019

Brescia 63
Lecce 60
Palermo 57
Benevento 53
Pescara 50
Hellas Verona 48
Spezia 46
Cittadella 45
Perugia 45
Cosenza 42
Cremonese 42
Ascoli 42
Salernitana 38
Crotone 34
Venezia 33
Livorno 31
Foggia 31
Carpi 26
Padova 26

 

 

 


Sito ad aggiornamento aperiodico gestito da Raimondo Bongini - © 2013 illivornese.it all rights reserved. Web design by Esse-I Soluzioni Informatiche
Tutti i marchi ed immagini pubblicati sono proprietà dei rispettivi titolari e vengono utilizzati senza fine di lucro